201701.03
0

Precari: nel 2017 importanti novità

in Blog

Per molti gli auspici del nuovo anno sono dettati da una stabilità lavorativa. E, sembra che ciò, con il contributo di madre Unione Europea si possa avverare. La novità riguarda i lavoratori della Pubblica Amministrazione che, poco tempo orsono, erano stati condannati alla precarietà. Infatti, una recente posizione della Corte di Cassazione, ha sancito per i dipendenti pubblici precari, con contratto di lavoro a tempo determinato, solo il risarcimento dei danni (fino a 12 mensilità) ma non l’assunzione a tempo indeterminato.

Ma, a cambiare le sorti dei precari, sembra essere l’UE. Invero, di recente si è espressa la Corte di Giustizia Europea, che conferma la tesi sostenuta già da qualche Tribunale italiano. L’uso, da parte della Pa, del contratto di lavoro a termine si giustifica solo quando vi sono esigenze eccezionali e momentanee cui far fronte. Insomma, il contratto a tempo determinato non può essere usato al posto di contratti a tempo indeterminato per ricoprire funzioni ed esigenze stabili e non temporanee.

La Sentenza  15/2016 del  14 settembre 2016, emessa dalla X sezione della Corte di Giustizia Ue sancisce un importante dato. Il ricorso a precari da parte della Pubblica Amministrazione viola l’Accordo quadro comunitario in tema di lavoro e, ne deriva che  tutte le norme nazionali tese a prorogare più volte i contratti dei precari sono illegittime perché violano il diritto del lavoratore che svolge una funzione pubblica stabile ad ottenere il dovuto contratto a tempo indeterminato.

Insomma, mentre l’Italia filtra solo il risarcimento dei danni ai precari, l’UE apre le speranze a qualche lavoratore che, finalmente, sembra abbia trovato una spalla per far valere i suoi diritti.

Avv. Salvatore D’Angelo

Scopri di più. Contatta l’Avvocato (clicca qui)
Salvatore D’Angelo è avvocato e consulente del lavoro, è titolare dell’omonimo studio legale con sede in Trapani e Catania. Si occupa prevalentemente di diritto del lavoro e della previdenza sociale.
Stampa